𝚿 SIPPAS

Società Italiana di Psichiatria e Psicologia Aeronautica e Spaziale

Home / Servizi / Associazione / Blog / Dash

92 - Costruire una mappa del cervello

#Neuroscienze #Psichiatria

L’università californiana di Stanford ha pubblicato sul Journal of Neuroscience una ricerca che ha mostrato la difficoltà di costruire una mappa del cervello; ciò è dovuto all’introduzione di una variabile, la forza del segnale trasmesso tra i neuroni, oltre all’altro elemento delle connessioni.

È stata usata una tecnica detta “optogenetica” che permette di mostrare i circuiti neurali in attività. L’obiettivo dello studio è stato quello di creare una mappa dei collegamenti neurali coinvolti nella memoria spaziale, ossia quelli di cui ci serviamo per creare una mappa mentale di una città. Le aree del cervello coinvolte sono due, e si ha una prima fase in cui si esplora l’area, ed una seconda in cui si fissano dei punti di riferimento.

Si è in tal modo scoperta la presenza di segnali forti e di segnali deboli, cosa che ancora non si sa come inquadrare all’interno degli studi sul cervello, ma che si suppone sarà di enorme importanza al fine di costruirne una mappa.

Alla luce della situazione dei soldati affetti da Sindrome post-traumatica da stress, la Defence Advanced Reserach Projects Agency ha investito 12 milioni di dollari per risolvere la patologia. I ricercatori dell’Università della California se ne servono per costruire un impianto cibernetico con elettrodi da inserire nel cervello dei soldati affetti da attacchi d’ansia; per raggiungere il risultato, gli scienziati californiani partono dagli studi fatti per il Morbo di Parkinson.

Si cerca di realizzare una mappa delle aree del cervello interessate dall’ansia, in modo da agire su di esse inserendo un microchip che capta gli impulsi elettrici legati alle emozioni, che numerosi neurologi ritengono controllabili grazie alla tecnologia, così come i livelli di adrenalina nel sangue. L’Air Force sta cercando di mettere a punto dei caschi in grado di inviare impulsi elettrici alle aree del cervello interessate dalla stanchezza fisica.

Articoli più recenti